Advertisement

Castlevania: Lament of Innocence

Castlevania Lament of Innocence.gif

Castlevania: Lament of Innocence, anche noto semplicemente come Castlevania (キャッスルヴァニア, Kyassuruvania?) in Giappone e in Europa, è un videogioco d'azione con visuale in terza persona per PlayStation 2, realizzato e distribuito da Konami nel 2003. È il ventesimo capitolo della serie Castlevania, ma cronologicamente il primo, essendo ambientato prima di tutti gli altri, nell'anno 1094, nel Basso Medioevo.

ATTENZIONE: La sezione Trama contiene spoiler.

Trama

Il protagonista di questo titolo è Leon Belmont, un barone dal grande talento combattivo la cui forza non eguaglia nessuno. Insieme a Mathias Cronqvist, suo migliore amico e stratega, i due furono imbattibili.

Un giorno però, Elisabetha, la moglie di Mathias, morì, e lui fu costretto a stare a letto, malato e distrutto da questa grave perdita. Nel frattempo, Leon Belmont viene al corrente del rapimento della sua fidanzata, Sara Trantoul, e perciò decide di abbandonare i suoi titoli, la sua fama e la sua potenza per andare a salvarla.

Si ritrova nella Foresta della Notte Eterna, un luogo il cui nome descrive esattamente la sua peculiarità: il sole non sorge mai, perciò la notte rimane perpetua, favorendo il pullulare di mostri e di vampiri. Nonostante la pericolosità del luogo, Leon decide di affrontare qualsiasi minaccia grottesca armandosi di un semplice pugnale.

Prima di imbattersi in qualsiasi sorta di mostro, incontra un uomo anziano di nome Rinaldo Gandolfi, che vive esattamente in questa foresta, più precisamente nei pressi di un castello, che Leon visiterà successivamente. Spiega perché vive qui: Ha un conto in sospeso con un vampiro di nome Walter Bernhard, il quale ha trasformato sua figlia in una vampira, rendendola spietata e irriconoscibile. Per questo, lui decide di aiutare qualsiasi persona abbastanza coraggiosa da mettere piede in questa zona.

Rinaldo rivela inoltre che Walter è solito fare dei torti agli altri, in quanto per lui la sofferenza e la rabbia degli uomini e dei cavalieri, che vengono per lo scopo di vendicarsi, sono pura forma di intrattenimento.

Rinaldo è un alchimista, pratica che nel Medioevo era vista come un qualcosa di eretico collegato alle arti oscure poiché lo scopo dell'alchimia era quello di creare illusioni, ma Leon decide di fidarsi di lui poiché Rinaldo è conoscente di Mathias Cronqvist. Siccome Leon non sarebbe in grado di cavarsela contro le creature della notte con un semplice pugnale, Rinaldo decide di donargli due cose:

  • La Frusta Alchemica, creata difatti con l'alchimia da Rinaldo ed ha la caratteristica speciale di essere più potente di qualsiasi altra arma comunemente utilizzata dagli umani;
  • Un incantesimo verso il suo guanto sinistro, che gli permette di difendersi dai colpi e di racchiudere l'energia rilasciata dagli attacchi speciali dei mostri, per poi rilasciarla usufruendo di reliquie sparse nel gioco che scateneranno effetti diversi.

Dopo tutto ciò, Leon scopre che dovrà prima sconfiggere 5 mostri che alimentano un sigillo che blocca la porta per il piano superiore del castello, dove Walter lo sta aspettando.

Avventurandosi per il castello, Leon trova una stanza che lo teletrasporta in 5 zone diverse, dove i rispettivi 5 mostri lo aspetteranno.

Alcuni di loro decidono di parlare a Leon, rivelando a lui ogni volta un frammento di informazione utile per rendere più chiara la storia:

  1. Medusa, mostro della mitologia greca, dopo essere stata sconfitta da Leon, accenna ad una forma completa della frusta: dettaglio completamente sconosciuto per Leon e perciò torna da Rinaldo per chiarimenti, ma lui rifiuta di effettuare un rituale per aumentarne la potenza poiché troppo complicato;
  2. Succubo, demone tipico delle leggende romane e Medievali che si nutre della lussuria e della vita degli uomini, inganna Leon tramite un travestimento che la rende identica a Sara Tantroul. Cerca di pugnalarlo alle spalle, ma lui se ne accorge e la combatte. Dopo averla sconfitta, accenna la figlia di Rinaldo Gandolfi. Leon, incuriosito dalle sue parole in fin di vita, torna da Rinaldo per chiarire questo concetto e gli viene raccontata una scena in cui sua figlia, tramutata in vampira da Walter, rideva su un bagno di sangue, dopo aver ucciso figlio e moglie di Rinaldo. Per questo lui la andò a cercare e la uccise personalmente, nutrendo un senso di odio profondo verso Walter;
  3. Joachim Armster, vampiro ex alleato di Walter. Dopo essere stato tradito dal suo compagno, è stato rinchiuso in una prigione situata nel Palazzo Oscuro delle Cascate. Si rivela molto aggressivo verso Leon, e decide di attaccarlo. Dopo essere stato sconfitto, rivela a Leon l'utilità della Pietra d'Ebano, responsabile della notte eterna nella foresta e che contribuisce a dar potere soltanto a chi la possiede. In procinto di morire, Joachim accenna anche ad una Pietra Cremisi. Si intravede lo spettro di Mathias quando Joachim muore.

La Pietra Cremisi è molto importante per lo sviluppo della storia poiché ha il potere di imprigionare il potere dei vampiri dentro di sé e di aumentare la potenza del proprietrario. Se la dovesse usare un umano, questa lo trasformerebbe in un vampiro, come dichiarato da Rinaldo durante un suo dialogo con Leon, dopo aver sconfitto Joachim.

Dopo aver distrutto il sigillo, Leon procede verso il piano superiore del castello ed intravede Walter Bernhard, con Sara Tantroul al suo fianco, paralizzata. Leon cerca di attaccarlo, ma il suo colpo non viene respinto con estrema facilità. Walter decide di concedergli la donna e lo aspetterà nella sala del trono.

Sara, dopo essersi ripresa, viene accompagnata da Leon nella casetta di Rinaldo, ma ad un certo punto lei viene aggredita da una scossa che le fa perdere i sensi. Leon, scioccato, chiede spiegazione a Rinaldo, il quale gli rivela che la casa ha una barriera che protegge da creature della notte. Implicitamente, Leon capisce che Sara è stata morsa dal vampiro e lei stessa rischia di diventarlo e per questo è disperato per una soluzione. L'unica possibilità di annullare il processo di vampirizzazione della ragazza sta nella morte di Walter, che però è immune ai colpi della Frusta alchemica.

Torna in ballo il discorso sul completamento della frusta: per effettuare il rituale di potenziamento, è necessario uccidere una creatura della notte che si fidi di colui che impugna la frusta. Non avendo altra scelta, Leon uccide Sara Tantroul, che comunque non voleva diventare una vampira e preferisce sacrificare la sua vita affinché nessuno possa cadere nel suo stesso destino.

Così nasce l'Ammazzavampiri -- la frusta più potente del gioco, intrisa di una profonda rabbia verso i vampiri.

Dopo questo rituale, Leon dedica una sepoltura alla sua amata e decide immediatamente di recarsi nella sala del trono, dove Walter lo aspetta. Una volta recatosi lì, confronta e lo sconfigge. Walter, indebolito, viene assorbito dalla Morte, e ne offre l'anima al portatore della Pietra Cremisi, Mathias Cronqvist.

Leon è esterrefatto e capisce che lui ha abbandonato l'umanità. Mathias ha scelto di avere una vita immortale per alimentare la sua vendetta contro Dio stesso, che lo ha tradito privando lui della sua amata, Elisabetha. A lungo lui ha combattuto in nome di Dio, ma ora si ritrova contro di lui per un capriccio del fato, perciò ha deciso di maledirlo per sempre e per riuscire nell'impresa ha escogitato una stratagemma per manipolare tutti i personaggi del gioco ed ottenere tutto il potere che desiderava.

Leon si trova in disaccordo con Mathias e non lo riconosce più per l'uomo che era una volta. Siccome Walter è stato sconfitto e con lui è sparita la Pietra d'Ebano, l'alba sta sorgendo e Mathias è costretto a ritirarsi, ordinando alla Morte di uccidere Leon, fallendo.

Una volta sconfitta la Morte, Leon dichiara che, da quel giorno in poi, il clan dei Belmont si dedicherà a combattere contro la notte.

Il castello crolla, e Leon riesce ad uscirne incolume, riportando in vita la luce del giorno su questa foresta. Rinaldo, dalla finestra di casa sua, riesce a sentire i raggi del sole e si sorprende dell'impresa che Leon è riuscito a compiere.

Mathias si rifugia in una grotta, dove continua a maledire Dio e, successivamente, decide di proclamarsi il re della notte, Dracula.

Gameplay

Generale

Castlevania: Lament of Innocence è un Action RPG in stile Hack n' Slash, simile al genere di Devil May Cry, in cui il combattimento prevede opzioni di attacco fondate su un sistema di combo.

Lo scopo principale del team di sviluppo era ricreare un mondo 3D seguendo comunque una formula simile a quella utilizzata per Castlevania: Symphony of the Night, quindi un'avventura fondata su esplorazione e combattimento.

I parametri non aumentano mai se non per via di equipaggiamento, mentre i PV, i PM e i Cuori aumentano grazie a degli stat booster collocati nelle varie zone del castello. L'assenza di level up rende il gioco più concentrato sull'abilità, ma la difficoltà può comunque risultare bassa se si ha un buon equipaggiamento ed un inventario pieno di pozioni.

La peculiarità di questo gioco sta nei drop dei nemici: siccome non c'è un sistema di esperienza, i nemici molto frequentemente rilasceranno soldi, avendo come drop più comune quello di $25. I mostri più deboli tendono a rilasciare monete di $5 o di $10, mentre quelli più forti posso rilasciare borse da $250 o monete da $100.

$25 drop.png

Equipaggiamento e crescita

Leon Belmont possiede soltanto una tipologia di armi: le fruste. Sono disponibili 5 fruste nell'arco del gioco:

  • Frusta alchemica, ricevuta da Rinaldo all'inizio del gioco;
  • Frusta gelida, ottenuta dopo aver sconfitto l'Elementale del Ghiaccio;
  • Frusta infuocata, ottenuta dopo aver sconfitto l'Elementale del Fuoco;
  • Frusta elettrica, ottenuta dopo aver sconfitto l'Elementale del Tuono;
  • Ammazzavampiri, ottenuta dopo un evento quasi alla fine del gioco e sostituisce la Frusta alchemica.

Nel gioco non è presente un sistema di level up, ma Leon si può potenziare man mano che sconfigge nemici: dopo un numero specifico di azioni o nemici uccisi, Leon imparerà una tecnica nuova che gli permetterà di compiere nuovi movimenti o nuove combo più lunghe e potenti.

Inoltre, Leon può utilizzare armi secondarie come il Pugnale, l'Ascia, l'Acqua Santa, la Croce e il Cristallo.

Finestra dei globi.png
Finestra dei globi.
Similmente a Juste Belmont di Castlevania: Harmony of Dissonance, Leon può scatenare attacchi diversi con la stessa arma secondaria grazie al potere di 7 globi, che in combinazione delle armi secondarie, possono scatenare attacchi speciali che consumano Cuori.

Le Reliquie invece sono degli oggetti speciali che, una volta attivate, provocano un effetto diverso a seconda di quella usata, consumando PM, che possono essere recuperati bloccando attacchi speciali, utilizzando la Parata Perfetta o utilizzando un Prisma del Mana o un Diamante. Alcune reliquie aumentano parametri, mentre altre possono recuperare PV o Cuori ed altre ancora posso rendere i passi infuocati o generare soldi per ogni colpo infilitto. La maggior parte di queste sono scagliate nel castello, mentre una è disponibile nel negozio di Rinaldo e altre 2 ancora sono rese drop molto rari.

Finestra in tempo reale.png
Leon può inoltre utilizzare oggetti ed equipaggiare armature ed accessori tramite un inventario caratterizzato da una finestra in tempo reale, accessibile tramite i pulsanti direzionali.

Modalità aggiuntive

Modalità aggiuntive.png
Nel gioco sono comunque presenti nuove modalità una volta finita la storia principale e si possono giocare immettendo i seguenti codici nella schermata di inserimento del nome:
  • @CRAZY: gioca in modalità folle, ovvero il gioco originale, ma ad una difficoltà molto più alta. I nemici e le trappole hanno un valore di ATT 1.5x volte più alto e le trappole seguono pattern più complicati, con velocità aumentata. Certi nemici tipici nelle aree finali sono presenti in molte zone del gioco, anche nelle fasi iniziali. I boss seguono pattern diversi e hanno mosse nuove. Il numero di oggetti massimi che si possono portare per tipo viene ridotto da 9 a 5 e Leon comincia il gioco con Cuori, ATT ed INT inferiori. Dopo aver completato il gioco in modalità folle viene sbloccato un accessorio nel negozio di Rinaldo, disponibile per tutti i file di salvataggio: la Spilla di Mobius, che rende le mosse speciali utilizzabili senza consumare Cuori.
  • @JOACHIM: gioca nei panni di Joachim Armster. Ha a disposizione quattro attacchi, di cui 2 di base e 2 speciali che consumano 100 PM per uso. Ogni attacco base messo a segno recupera 1 PM (o più in base ai PM massimi). La modalità Joachim contiene soltanto una scena alla fine del gioco. Non è possibile utilizzare l'inventario o accedere al menù. L'ATT viene aumentato quando si colleziona un ATT booster e la DIF viene aumentata quando si colleziona un DIF booster.
  • @PUMPKIN: modalità simile a quella di Leon Belmont, ma senza scene. Si gioca nei panni di una zucca, che può brandire le fruste ed ha accesso all'inventario, ma possiede soltanto un tipo di arma secondaria: la Zucca, che contiene mosse simili a quelle armi secondarie di Leon. Ha parametri molto più alti rispetto a Leon, ma comincia con 100 PV e 100 PM, rendendolo un glass cannon. Comincia con l'Ammazzavampiri e le sue fruste coprono un raggio più ampio rispetto a quello di Leon.
  • @LLSKILL: come la modalità normale, ma tutte le abilità sono sbloccate dall'inizio.

Easter egg

Nel gioco sono presenti varie sequenze particolari in cui si allude a giochi come il Bowling oppure ad una caccia ai soldi.

  • Bowling.png
    Bowling con gli scheletri: nella Casa delle Sacre Spoglie sono presenti in una stanza un Occhio che spia e degli Scheletri posizionati esattamente come se fossero dei birilli. Se si colpisce l'Occhio che spia con un attacco minore, andrà a schiantarsi sugli Scheletri, che produrrano il tipico suono dei birilli quando vengono colpiti da una palla da bowling. Se si distruggono tutti gli scheletri in questo modo, il gioco ricompenserà il giocatore con del Ramen.
  • Caccia ai soldi: nel Palazzo Oscuro delle Cascate ci sono alcune stanze precedute da delle entrate a forma di teschio. In questa sessione di "schiva gli ostacoli", sono disposti dei soldi ciclicamente a destra e a sinistra. Se si raccolgono tutte le monete, il gioco vi premierà con un PM max su o con l'Incenso Mistico.
    Caccia ai soldi.png

Recensioni e accoglienza

Castlevania: Lament of Innocence è un titolo della serie che al tempo del rilascio su PlayStation 2 è stato prevalentemente apprezzato, seppur molte opinioni come quella di Edge o di Tim Turi di Game Informer rimproverano la scarsa complessità del gioco, specialmente per quanto riguarda il level design, descritto da Tim Turi come un "castello ampio e ripetitivo".

Per quanto riguarda il gameplay, il titolo è stato gradito e la rivista Official PlayStation Magazine lo descrive come una transizione perfetta di Castlevania da 2D a 3D, anche se alcune critiche riguardo altri aspetti del gioco ci sono state, come la telecamera implementata male o il sistema della finestra in tempo reale che rende difficile utilizzare gli oggetti all'interno di una battaglia.

La musica è stata prevalentemente apprezzata, ma alcune critiche sostengono che certi brani siano fuori contesto. Per quanto riguarda una retrospettiva, Kurt Kalata di 1UP.com ha espresso che Lament of Innocence non è riuscito ad essere un gioco di successo a causa del suo gameplay monotono, sebbene i controlli e i movimenti fossero risultati migliori e più fluidi rispetto ai suoi titoli 3D precedenti, Castlevania 64 e Castlevania: Legacy of Darkness.

Curiosità

  • Sonia Belmont di Castlevania Legends doveva essere il primo membro del clan dei Belmont, ma a causa di una incongruenza con il filo cronologico degli eventi, il suo universo è stato reso non-canon da IGA.
  • In modalità Joachim, collezionare un ATT booster non aumenta soltanto l'ATT, ma anche la FOR, che influenza la frequenza di drop di Teschi di Sangue, equivalenti al Rosario nelle altre modalità, ma che ripristinano anche i PM di Joachim.
  • I PV dei boss in modalità Joachim sono molto più alti rispetto a tutte le altre modalità. Questo per bilanciare il DPS di Joachim.
  • La Parata Perfetta è in grado di bloccare ogni tipo di attacco nel gioco, esclusi raggi sparati da trappole o dalle asce enormi del Palazzo Oscuro delle Cascate.
  • Le fruste offrono un valore di ATT diverso a seconda di quella equipaggiata, nonostante nel menù il valore resti costante. La Frusta gelida è più potente della Frusta elettrica e di quella infuocata, che a loro volta sono più potenti di quella alchemica. L'Ammazzavampiri ha il valore di ATT più alto. Di seguito riportata la differenza di danni, con 18 ATT di base:
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.