Videogiochi Wiki
Videogiochi Wiki
(Creata pagina con ''''Erol''' è l'antagonista secondario in Jak II e l'antagonista principale in Jak 3. È il comandante delle Guardie Kremizi in Haven City sotto il servizio del [...')
 
Riga 1: Riga 1:
'''Erol''' è l'antagonista secondario in [[Jak II]] e l'antagonista principale in [[Jak 3]]. È il comandante delle [[Guardie Kremizi]] in [[Haven City]] sotto il servizio del [[Barone Praxis]] e il campione nel [[Campionato di Haven City]]. Erol è introdotto già dall'inizio di [[Jak II]], quando le [[Guardie Kremizi]] arrestano [[Jak]] al suo arrivo a [[Haven City]] insieme a [[Daxter]]. [[Daxter]] scappa, ma Erol comanda alle Guardie Kremisi di no badare a lui, perché il [[Barone Praxis|Barone]] voleva lui. Erol e il [[Barone Praxis]] sottopongono Jak a trattementi di [[Eco Oscuro]] per due anni, per trasformarlo in un Guerriero Oscuro capace di sconfiggere le [[Teste di Metallo]]. Quando [[Daxter]] libera [[Jak]], egli dichiara vendetta a Erol e al [[Barone Praxis]]. ==Storia=====Prima di ''[[Jak 2]]"===Non ci sono informazioni riguardo l'infanzia e l'adolescenza di Erol, nè di altre informazioni prima di diventare Comandante delle [[Guardie Kremizi]]. La sua età è sconosciuta. Non si sa chi siano i suoi genitori e non sembra avere amici. ===''[[Daxter (gioco)|Daxter]]''===Erol fa due brevi apparizioni in [[Daxter (gioco)|Daxter]]:-All'inizio, mentre arresta [[Jak]].-All' entrata del [[Palazzo del Barone]], quando [[Daxter]] gli dice "Buona giornata", e lui risponde "Non lo è mai".
+
'''Erol''' è l'antagonista secondario in [[Jak II]] e l'antagonista principale in [[Jak 3]]. È il comandante delle [[Guardie Kremizi]] in [[Haven City]] sotto il servizio del [[Barone Praxis]] e il campione nel [[Campionato di Haven City]]. Erol è introdotto già dall'inizio di [[Jak II]], quando le [[Guardie Kremizi]] arrestano [[Jak]] al suo arrivo a [[Haven City]] insieme a [[Daxter]]. [[Daxter]] scappa, ma Erol comanda alle Guardie Kremisi di no badare a lui, perché il [[Barone Praxis|Barone]] voleva lui. Erol e il [[Barone Praxis]] sottopongono Jak a trattementi di [[Eco Oscuro]] per due anni, per trasformarlo in un Guerriero Oscuro capace di sconfiggere le [[Teste di Metallo]]. Quando [[Daxter]] libera [[Jak]], egli dichiara vendetta a Erol e al [[Barone Praxis]]. ==Storia==
  +
  +
===Prima di ''[[Jak 2]]"===''
  +
  +
''Non ci sono informazioni riguardo l'infanzia e l'adolescenza di Erol, nè di altre informazioni prima di diventare Comandante delle [[Guardie Kremizi]]. La sua età è sconosciuta. Non si sa chi siano i suoi genitori e non sembra avere amici. ''
  +
  +
''===''[[Daxter (gioco)|Daxter]]''===''
  +
  +
''Erol fa due brevi apparizioni in [[Daxter (gioco)|Daxter]]:''
  +
  +
''-All'inizio, mentre arresta [[Jak]].''
  +
  +
''-All' entrata del [[Palazzo del Barone]], quando [[Daxter]] gli dice "Buona giornata", e lui risponde "Non lo è mai".''

Versione delle 09:32, 3 set 2011

Erol è l'antagonista secondario in Jak II e l'antagonista principale in Jak 3. È il comandante delle Guardie Kremizi in Haven City sotto il servizio del Barone Praxis e il campione nel Campionato di Haven City. Erol è introdotto già dall'inizio di Jak II, quando le Guardie Kremizi arrestano Jak al suo arrivo a Haven City insieme a Daxter. Daxter scappa, ma Erol comanda alle Guardie Kremisi di no badare a lui, perché il Barone voleva lui. Erol e il Barone Praxis sottopongono Jak a trattementi di Eco Oscuro per due anni, per trasformarlo in un Guerriero Oscuro capace di sconfiggere le Teste di Metallo. Quando Daxter libera Jak, egli dichiara vendetta a Erol e al Barone Praxis. ==Storia==

===Prima di Jak 2"===

Non ci sono informazioni riguardo l'infanzia e l'adolescenza di Erol, nè di altre informazioni prima di diventare Comandante delle Guardie Kremizi. La sua età è sconosciuta. Non si sa chi siano i suoi genitori e non sembra avere amici.

===Daxter===

Erol fa due brevi apparizioni in Daxter:

-All'inizio, mentre arresta Jak.

-All' entrata del Palazzo del Barone, quando Daxter gli dice "Buona giornata", e lui risponde "Non lo è mai".